Cos’è l’ACT

L’Acceptance and Commitment Therapy (“ACT” si pronuncia come singola parola, non come lettere separate) è un recente orientamento teorico-pratico all’interno della Terapia cognitivo-comportamentale, con solide basi scientifiche e ottiene il nome da uno dei suoi messaggi fondamentali: accettare ciò che è fuori dal nostro controllo personale, pur impegnandoci in azioni in grado di migliorare la qualità della nostra vita.

Gli scopi dell’ACT

-> Aiutare le persone a crearsi una ricca vita piena e significativa e a gestire in modo efficace il dolore e lo stress che la vita inevitabilmente ci procura.
-> Aumentare la flessibilità psicologica, imparando a mettersi in contatto con il momento presente in modo pieno e consapevole (Mindfulness), sulla base delle richieste di contesti e situazioni specifici.

Cosa fa l’ACT

-> Insegna concretamente le competenze psicologiche necessarie per gestire i nostri pensieri negativi e sentimenti dolorosi efficacemente – in modo tale che essi abbiano molto meno impatto e influenza su di noi.
-> Ci aiuta a chiarire ciò che è veramente importante e significativo per noi – vale a dire i valori – quindi ad usare questa conoscenza per guidarci, ispirarci e motivarci per cambiare la nostra vita in meglio concretamente.

Quando è utile l’ACT?
A differenza di molte altre psicoterapie l’ACT ha una solida base nella ricerca scientifica e ha dimostrato di essere efficace con disturbi d’ansia, depressione, disturbo ossessivo-compulsivo, il disturbo post-traumatico da stress, il dolore cronico, psicosi, disturbi alimentari, le conseguenze dell’epilessia, smettere di fumare sigarette, ecc..
L’ACT può dunque essere applicata ad ogni tipo di sofferenza psicologica come stress, ansia, rabbia, depressione, disturbi alimentari, bassa autostima ecc.., ma anche ad una vasta gamma di problemi fisici e dolore cronico. Infatti, insegna ad affrontare con maggiore serenità pensieri, sensazioni, emozioni e ricordi dolorosi invece che evitarli, fuggirne o lottare contro di essi.

Vi sarà senz’altro capitato spesso di tentare di scacciare certe emozioni spiacevoli o di smettere di pensare a determinate situazioni che vi procurano disagio, ma senza successo, ottenendo magari un aumento di questi pensieri o sensazioni?!? Un po’ come quando si cerca di scappare da un cane e questo invece ci insegue, ma appena ci fermiamo, il cane ci lascia in pace e si fa gli affari suoi.
Altre volte, invece, vi può essere capitato il contrario e cioè di non voler smettere di pensare a certe situazioni, di essere totalmente presi dai vostri pensieri e fusi con essi, con l’idea che a forza di ragionarci su e battagliare con certe idee o percezioni, alla fine poi le cose possano migliorare. Ma anche qui, è un po’ come nuotare nelle sabbie mobili, più mi muovo e mi agito in cerca della via d’uscita, più mi sto impantanando e andando a fondo.

In entrambi i casi, infatti spesso la situazione non migliora e nemmeno il vostro stato psico-fisico.
L’ACT, attraverso esercizi concreti, insegna come non scappare da situazioni, pensieri ed emozioni spiacevoli, senza però ritrovarsi in una lotta estenuante ed inefficace.
Una volta apprese le tecniche di gestione di pensieri, emozioni e sensazioni, quindi dopo aver imparato a dare loro il giusto spazio e la giusta importanza, ci si sentirà meglio, più padroni della propria mente e più in sintonia con il proprio corpo e quindi più liberi e pronti ad agire secondo i propri scopi e valori e quello che è importante per noi.
L’ACT dà molta importanza all’individuazione di quelli che sono i propri valori, nelle varie aree della propria vita, e quali desideri e obiettivi porsi, all’interno di tali valori. Infatti, non è raggiungendo chissà quali traguardi imposti da altri (famiglia, contesto sociale, cultura) o ottenendo successi pubblicamente condivisi, che ci si può realmente sentire soddisfatti e felici. Ma piuttosto è agendo secondo i propri valori e verso i propri scopi che si compiono scelte e azioni che ci fanno sentire soddisfatti, appagati e con una buona autostima.

Uno dei processi utilizzati nell’ACT è la Mindfulness, allo scopo di aumentare la consapevolezza e rimanere nel momento presente, che è l’unico momento in cui si può realmente fare qualcosa, cioè agire in linea con i nostri valori e con quello che è importante per noi.

“Immaginate una psicoterapia che non tenti di ridurre i sintomi, ma ottenga la riduzione dei sintomi come effetto.
Una terapia saldamente basata nella tradizione delle scienze sperimentali, ma allo stesso tempo con una forte enfasi sui valori, sul perdono, sull’accettazione, sulla compassione, sul vivere nel momento presente..”Russ Harris